TOKYO 2020, IL MADE IN ITALY ARMIERO SI CONFERMA ECCELLENZA: IL 90% DELLE ARMI E IL 60% DELLE MUNIZI

Nelle ultime sei edizioni dei giochi tutto il medagliere della specialità ha parlato italiano grazie ad armi e munizioni tricolori


Roma, 3 agosto 2021 – Dopo Sydney, Atene, Pechino, Londra e Rio anche a Tokyo 2020 si conferma il successo dell’industria italiana nelle discipline del tiro sportivo. Ben 16 medaglie su 18 totali sono state vinte da atleti che hanno utilizzato fucili italiani, mentre 11 su 18 sono quelle vinte con munizioni “made in Italy”.

Le aziende italiane produttrici di armi e munizioni, dalle più strutturate alle medio-piccole realtà familiari, confermano dunque una garanzia di qualità e una crescita inarrestabile, nonostante le difficoltà vissute nel 2020: Beretta e Perazzi, rispettivamente con 9 e 7 medaglie vinte, continuano ad affermare il primato del “Made in Italy” armiero, apprezzato dagli atleti di ogni parte del mondo (basti pensare che il 90% dei tiratori a Tokyo ha usato fucili italiani); lo stesso dicasi per le munizioni: Fiocchi, RC Cartridges e Clever sempre a medaglia con quest’ultima che ha conquistato tutto il podio del Trap maschile.

“Ciò che mi rende più orgoglioso è sapere che ancora una volta il Made in Italy armiero rappresenta il più alto standard di eccellenza e precisione e viene riconosciuto e scelto per questo in tutto il mondoha dichiarato Giovanni Ghini, Presidente ANPAM - Associazione Nazionale Produttori Armi e Munizioni Sportive e Civili - È per me motivo d’orgoglio sapere che la quasi totalità delle armi e munizioni sportive utilizzate alle Olimpiadi di Tokyo vengono prodotte in Italia, soprattutto dopo l’anno difficile vissuto da tutto il comparto. Questi risultati sono un segnale di come il nostro settore, dalle armi alle munizioni sportive, abbia saputo reagire alle difficoltà e affrontarle a testa alta”, conclude Ghini.



Il blog shootingpost.it vive in sinergia con il progetto Neofitav (www.neofitav.it) che da oltre 5 anni in più di 70 strutture di tiro convenzionate in tutta Italia offre la possibilità di provare gratuitamente il tiro a volo con la supervisione degli istruttori federali.


LE ARMI SPORTIVE ITALIANE E LA STORIA DELLE MEDAGLIE OLIMPICHE L’eccellenza dei fucili e munizioni prodotte in Italia ha un legame storico con le medaglie olimpiche del Tiro a Volo. Di seguito il Palmares delle ultime edizioni:

- Olimpiadi di Tokyo 2020: 16 medaglie su 18 sono state vinte con fucili italiani, munizioni 11 su 18

- Olimpiadi di Rio 2016: 13 medaglie su 15 sono state vinte con fucili e munizioni italiane

- Olimpiadi di Londra 2012: 15 medaglie su 15 sono state vinte con fucili italiani, munizioni 12 su 15

- Olimpiadi di Pechino 2008: 15 medaglie su 15 sono state vinte con fucili italiani, munizioni 10 su 15

- Olimpiadi di Atene 2004: 18 medaglie su 18 sono state vinte con fucili italiani, munizioni 14 su 18

- Olimpiadi di Sydney 2000: 16 medaglie su 18 sono state vinte con fucili italiani


Recent Posts
Archivio